Accedi

Area Riservata

Nome utente *
Password *
Ricordami

Recupero password | Recupero nome utente

Sentiment 6/2017

Giugno non ha riservato novità di rilievo rispetto a quanto prospettavamo nel nostro precedente articolo, a parte la discesa degli indici europei.

Continuano ad uscire dati macro deludenti sia negli USA che nell’ area Euro e il target del 2% di inflazione, come obiettivo per la ripresa , è per ora lontano.

 E’ nostro modesto pensiero   che le banche centrali si trovino ora in difficoltà in quanto  i segnali di tenuta dell’economia sono deboli , spingere per nuovi QE significherebbe aumentare il flusso di liquidità sui mercati alimentando ancor di più la bolla, aumentare i tassi significherebbe bloccare  la modesta crescita economica.

Gli operatori percepiscono questo stallo e coerentemente non  incrementano le posizioni sull’azionario  ma aumentano le posizioni di copertura.  Ovviamente l’andamento degli indici a giugno hanno sofferto di questa incertezza non offrendo spunti di rilievo ad eccezione del cross euro/usd che ha puntato a 1,14 più per ragioni tecniche che  fondamentali .

Corrediamo l’articolo con i grafici mensili dell’ SP500 , dello STOXX 600 e  due indicatori proprietari già pubblicati con un breve commento a chiarimento .

 - SP500:  il margine di apprezzamento fino alla prossima resistenza è di 5% ma con un potenziale draw down , fino al primo supporto, di quasi l’8% per poi estendersi  in caso di superamento del livello 2220;

 - STOXX 600:  anche per questo indice i margini di apprezzamento e di draw down sono i medesimi dell’ SP500

 - Indicatore di sentiment:  è di tutta evidenza gli eccessi sui mercati azionari

 - Indicatore di sentiment 2 : questo indice ha sempre segnato i punti svolta dei mercati ancorché con  ritardo per via della elaborazione mensile. L’indicatore ha svoltato al ribasso senza per ora bucare  le proprie medie mobili; la media mobile a 12 periodi è  a ridosso di quella a 21 periodi. Le condizioni che si dovranno verificare, per confermare il cambiamento del trend,  sono la discesa dell’indice sotto le due medie mobili e quella a 12 sotto quella a 21.

Ovviamente ne dovremo riparlare a fine del prossimo mese.

 

Per  quanto riguarda la nostra strategia di portafoglio rimando a quanto scritto nel Report 6/2017.

  6/7/2017

 Giorgio Giovannoni

 

Allegati:
Scarica questo file (Indicatore macro USA - 2.pdf)Indicatore macro USA - 2.pdf[ ]111 kB
Scarica questo file (Indicatore macro USA.pdf)Indicatore macro USA.pdf[ ]205 kB
Scarica questo file (SP500.png)SP500.png[ ]198 kB
Scarica questo file (STOXX600.png)STOXX600.png[ ]81 kB

SPRINGLET FINANCE & CONSULTING SA ©2017 All Right Reserved