Accedi

Area Riservata

Nome utente *
Password *
Ricordami

Recupero password | Recupero nome utente

Report 7- 2017

Gli eventi più  significativi del mese appena trascorso sono essenzialmente due: l’attesa della riunione FED e la forza dell’euro.

La decisione di non aumentare i tassi USA era ampiamente prevista , dati macro non esaltanti e tasso inflazione in discesa . Quindi tutto secondo aspettative.

 

Allora il forte apprezzamento dell’euro  come giustificarlo considerato che l’economia dell’euro zona non gode di buona salute?

Le dichiarazioni  di Trump contrario al surplus  tedesco , causa la debolezza dell’euro, hanno raggiunto l’obiettivo di rafforzare l’euro che, a sua  volta,   ridimensiona  in parte il surplus tedesco e dà vigore all’economia americana traendo vantaggio da un cambio non più a 1,07.

La durata di questo ciclo non è per ora prevedibile anche se il primo target del cambio €/$ a 1,20 è stato raggiunto.  L’economia  europea non gode ottima salute ad eccezione sempre della Germania .

Anche qui gli obiettivi di inflazione sono lontani e crediamo che alla distanza tornerà vincitore il dollaro.

 

In allegato troverete la scheda aggiornata del portafoglio.

Giorgio Giovannoni

Allegati:
Scarica questo file (Report 07-2017.pdf)Report 07-2017.pdf[ ]161 kB

SPRINGLET FINANCE & CONSULTING SA ©2017 All Right Reserved